Visite consigliate

in Friuli Venezia Giulia e in area

Per passare una vacanza indimenticabile, ti consigliamo di visitare il nostro territorio. Di seguito alcune proposte da raggiungere in 15-20 minuti di macchina:

Poffabro, presepe tra i presepi

Accolti nel grembo di pietra del Monte Ràut che sovrasta imponente il borgo,  sbucano inaspettati da ballatoi, finestre spalancate e dagli angoli più segreti dei cortili secenteschi: sono i numerosi presepi che trasformano ogni anno in un imperdibile museo all'aperto Poffabro, uno dei borghi più belli d'Italia riconosciuti dall'Anci.

 

Tra metà dicembre e metà gennaio artisti esperti e semplici appassionati espongono presepi tradizionali in porcellana, gesso e legno, che si affiancano a quelli realizzati in materiali e con tecniche innovative e fantasiose: il vetro, le stoffe destrutturate, le stoppie, i saponi intagliati, il rame battuto e la lana. Non mancano i presepi in cioccolato e dolci, ambientati su paesaggi di cotone, cruda pietra o accogliente paglia e quelli di ambientazione locale, con scenografie che riproducono in scala e con particolare cura le piazze e le vie del paese. Alcuni raggiungono dimensioni ragguardevoli, altri sono accolti in scenografie fantasiose: un minuscolo pentolino in rame, una radice d'albero, una pagnotta che culla al suo interno un piccolissimo Gesù.

 

Andreis e Barcis
L'acqua, la terra e il cielo di Barcis travolgono il turista immergendolo in una natura meravigliosa e incontaminata, che si specchia nel lago omonimo: suggestiva scenografia di appuntamenti sportivi nazionali ed internazionali, di eventi culturali e folkloristici, di tradizioni friulane. 
QUI trovi gli ebenti organizzati a Barcis durante l'anno. 

 

Piancavallo

Per gli amanti dello sci, ampio e soleggiato altopiano a nord di Pordenone, a 1.260 m.s.l.m., è la  meta ideale. Piancavallo è in grado di soddisfare tutti i gusti e le esigenze: 25 Km di piste per la discesa, senza dimenticare lo sci di fondo e losnowboard. A disposizione dei bambini ma non solo: un baby snow park e l'emozionante Alpine Coaster (bob su rotaia).

 

Maniago
Fra i principali monumenti e luoghi di culto, ricordiamo, oltre all'interessante Piazza Italia (1820), la Chiesa dell'Immacolata, già della Confraternita dei Battuti (XIV secolo), il Duomo di San Mauro, in stile gotico-romanico (già Chiesa della "plebs de Maniaco"), di cui si ha testimonianza dal 981, ma che risale almeno ad epoca franco-longobarda, e nel cui interno è custodito un ricco patrimonio d'arte risalente ai secoli dal XV al XVIII.
Il centro di Maniago dove spicca il Palazzo d'Attirnis Maniago sul quale è possibile notare il leone di S. Marco.

Museo dell’arte fabbrile e delle coltellerie di Maniago
Il nome di Maniago è legato da secoli alla produzione fabbrile.  Secondo alcune fonti, i primi insediamenti risalirebbero all'epoca romana, quando iniziò lo sfruttamento di una miniera di ferro nei fianchi della montagna in riva al torrente Colvera. Le coltellerie rappresentano ancora la produzione più caratteristica di Maniago (l'apposito Consorzio ne tutela e ne cura l'immagine e la commercializzazione).

http://www.museocoltellerie.it/

ORARI 
Lunedì 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30
Martedì 9.30 - 12.30
Mercoledì 9.30 - 12.30
Giovedì 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30
Venerdì 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30
Sabato 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30
Domenica 9.30 - 12.30 e 15.30 - 18.30

Chiedi alla reception il tichet per l'ingresso gratuito.


 

Frisanco e Poffabro
Sono l'esempio di architettura spontanea più razionale e fantasiosa delle nostre Prealpi.La loro "forza magica" sta nell'effetto incantatore delle pietre tagliate al vivo e dei balconi di legno, elementi architettonici schietti e austeri, che pure danno un senso di intimità e raccoglimento nelle corti racchiuse su se stesse, a cui si accede attraverso uno stretto arco, o nelle lunghe schiere di abitazioni di pianta cinque-seicentesca. 

  

Poffabro, presepe tra i presepi

Da lunedì 15 dicembre 2014 a domenica 11 gennaio 2015 sbucano inaspettati da ballatoi, finestre spalancate e dagli angoli più segreti dei cortili secenteschi: sono i numerosi presepi che trasformano ogni anno in un imperdibile museo all'aperto Poffabro, uno dei borghi più belli d'Italia riconosciuti dall'Anci. 

 
Artisti esperti e semplici appassionati espongono presepi tradizionali in porcellana, gesso e legno, che si affiancano a quelli realizzati in materiali e con tecniche innovative e fantasiose: il vetro, le stoffe destrutturate, le stoppie, i saponi intagliati, il rame battuto e la lana. Non mancano i presepi in cioccolato e dolci, ambientati su paesaggi di cotone, cruda pietra o accogliente paglia e quelli di ambientazione locale, con scenografie che riproducono in scala e con particolare cura le piazze e le vie del paese. Alcuni raggiungono dimensioni ragguardevoli, altri sono accolti in scenografie fantasiose: un minuscolo pentolino in rame, una radice d'albero, una pagnotta che culla al suo interno un piccolissimo Gesù.


Spilimbergo
A due passi dalle grandi città e dal mare sorge Spilimbergo, una fra le più belle e interessanti città d'arte dell’alta pianura friulana, situato sulla sponda del fiume Tagliamento. Borgo di antichi origini, ebbe grande splendore nel Medioevo e nel Rinascimento ospita anche la grande scuola di mosaico. 

  

Scuola Mosaicisti del Friuli 
http://scuolamosaicistifriuli.it/

Nata nel 1922 la Scuola Mosaicisti cerca soprattutto di non dimenticare la sua stessa ragione di essere e valorizza il mosaico come fatto culturale oltre che tecnico: lo studio, la ricerca, la sperimentazione e l’utilizzo delle più innovative tecnologie sono segni di apertura e di crescita per e verso l’arte musiva della contemporaneità. La sensibilità del mestiere, incontaminata nel corso della storia, nei tempi moderni si nutre di nuovi stimoli attraverso l’incomparabile incontro con artisti, progettisti e designers.
L’ingresso alla Scuola è libero, si ha la possibilità di visitare i laboratori di mosaico e la ricca galleria di opere.

  • Orari di visita al pubblico:
  • dal lunedì al venerdì
  • mattino: 8.30 – 12.00; pomeriggio: ore 13.00 – 16.00
  • sabato e domenica visite guidate previo appuntamento (per prenotazioni telefonare all’ufficio turistico Pro Spilimbergo www.prospilimbergo.org, tel. 0427 2274).

 

TOSONI - formaggi e dintorni ...
Dal 1940 Tosoni produce e seleziona i migliori formaggi e prodotti tipici friulani: il formaggio Montasio, la Ricotta Affumicata, l'antico Formaggio Asìno, il Frico. Ma anche i salumi della tradizione, il musetto, la brovada e poi le selezioni nazionali ed internazionali, la pasta di Gragnano e i formaggi francesi. Un tempio del gusto per dare un futuro ai sapori della tradizione!

SPILIMBERGO, Via Barbeano, 9/F
Tel. 0427 2800
ORARIO: Invernale: 8.30-13.00 15.00-19.00 / Estivo: 8.30-13.00 15.30-19.30 
Chiuso nei pomeriggi di lunedì e mercoledì.

Pordenone
La cultura è uno dei settori nei quali la provincia di Pordenone sa esprimere il meglio di se stessa. Dai centri più grandi ai borghi più piccoli, ci sarà sempre almeno una iniziativa che saprà cogliere la vostra voglia di curiosità e di conoscenza. Per poi accogliervi e coccolarvi e in un ambiente familiare, saper ascoltare e capire le esigenze del visitatore diventa il nostro biglietto da visita per quanti sceglieranno la provincia di Pordenone quale meta della propria vacanza.

 

Il Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Pordenone sorge sulle ceneri del Cinema Teatro Verdi. La capienza attuale del teatro è di 938 posti nella Sala Grande, di 145 posti nel Ridotto e di 99 posti nella Sala Prove. Biglietti: http://comunalegiuseppeverdi.ticka.it/

 

Therme Romane, Fitness & Spa
 Viale della libertà, 60 - Pordenone - Tel. +39 0434 41416 


Therme Romane è un vero e proprio viaggio nel tempo, un’esperienza sensoriale che riproduce fedelmente gli ambienti del thermarium che si affianca alle attività fitness e mediche del Kosmic nel quale è integrato. Dispone di sauna (Laconicum), bagno turco (Sudatorium), bio sauna (Calidarium), frigidarium, percorso romano, 3 angoli doccia dove scegliere tra nebbia tropicale, getto velo, doccia diluvio e idromassaggio verticale e, infine, la sala relax. La piscina comune con idromassaggi è lunga 18 metri e profonda 120 cm senza dislivello, ideale sia per chi vuole nuotare, sia per chi preferisce godersi l’acqua anche senza saper nuotare. È arricchita da idromassaggi e altri giochi d’acqua. 

Orari: dal lunedì al venerdì 09:00 - 22:00
sabato 09:0 - 19:00 - domenica 11:00- 19:00 

 

Polcenigo

Risorgiva del Gorgazzo
Il piccolo laghetto a ridosso di una parete rocciosa, alimentato da un profondo sifone carsico 'di trabocco', dà origine all'omonimo torrente che attraversa la valletta dell'abitato di Polcenigo, prima di sommarsi all'acqua delle risorgive della Santissima e formare il fiume Livenza.
Il luogo è famoso per l'incomparabile bellezza e purezza dell'acqua che sgorga, con i colori che coprono tutto lo spettro dell'arcobaleno. Dal rosso delle sponde, dovuto alla roccia calcarea, al verde smeraldino dovuto alle alghe, all'intenso azzurro cangiante che si scurisce nel turchese della bocca del sifone.

 

Risorgive del fiume Livenza
Uno straordinario spettacolo della natura e reperti palafitticoli preistorici. Quello che vediamo è un fiume già bello e formato, eppure siamo ad appena poche decine di metri dalla sorgente. L'acqua è di una bellezza incomparabile.

Cavasso Nuovo

La storia di Cavasso Nuovo, è legata al casato dei conti Polcenigo, avvocati della Chiesa di Belluno ai quali nel 963, l’imperatore Ottone concede il Castello di Paucinicco, (l’attuale Polcenigo) e dal nome del castello Pedemontano, diventano i “de Polcenigo”. L’origine del nome Cavasso, deriva dalla parola càvàs (cava di pietra), la denominazione di Nuovo, viene aggiunta nel 1886 a seguito dell’annessione da parte del Friuli e del Veneto all’Italia.
Il territorio di Cavasso Nuovo  si estende nell'area pedemontana del Friuli occidentale, alla destra del torren­te Meduna e con il crinale collinare del Monte Jouf, a nordovest.

La birra artigianale di Meni
in Via Sirivella 4/A 33092 a Cavasso Nuovo (PN) Italia
Tel 0427 77028 - 
http://www.birraartigianaledimeni.it/

 “Il frutto di tanta passione è una birra tutta naturale: doppio malto, non pastorizzata, rifermentata il bottiglia e senza aggiunta di conservanti o di anidride carbonica. Proprio per questo è adatta a chiunque: è già successo che i poco amanti della birra si siano ricreduti dopo averla assaggiata.” (Domanico Francescon, Il Meni)

I Magredi a Domanins
Vini eccellenti, da gustare con tutti i sensi, quelli de I Magredi. 
La cantina è aperta per dare il benvenuto alla passione e alla voglia di conoscere e apprezzare i grandi vini DOC del Friuli.
L’azienda mette a disposizione del consumatore una sala, dove imparare a riconoscere ed apprezzare i grandi vini DOC del Friuli, esperti a disposizione per consigliare i vini più adatti ai vostri gusti.

Alla scoperta del progetto aziendale I Magredi: http://www.imagredi.com/visite-prova-1/
Tel. 042794720 – 0427948204 info@imagredi.com

 

Prosciuttificio Coradazzi a San Daniele

E' una piccola realtà artigiana appartenente al Consorzio del Prosciutto di San Daniele. Con il passare delle generazioni hanno affinato sempre più le tecniche di lavorazione manuale e l’arte di saper attendere, di far lavorare la natura con i suoi tempi.
Lo si trova in via Kennedy, 128 – San Daniele del Friuli 33038 – Ud (Italy) 
Tel. e Fax: +39 0432 957582
 
info@coradazzi.it
Aperto dalle 8:00 alle 12.00 e dalle 14:00 alle 17:30
Chiuso il sabato pomeriggio, domenica e lunedì mattina